Pages

martedì 25 settembre 2012

Tutto ciò che voglio, anche una peonia! Cap. 3

Giovani lettori, nella speranza di procedere con una cadenza UMANA nella stesura dei post, vi allieto la giornata con squarci del mio quotidiano.

TRATTO DA UNA STORIA VERA.

Ero lì che facevo ordine tra le mie cose quando, d'improvviso, si staglia all'orizzonte una boccetta azzurra dal profilo familiare, quasi attraente. 
Credo che abbia 9 anni. 
Ho ritrovato un BON BON Malizia al TE. 
Non sto qui a dirvi la gioia che mi ha invaso ma sappiate che ho subito spruzzato in giro il suddetto, incurate dei pericoli che stavo per correre. 
Non solo la fragranza ha evocato ricordi della piccola me la cui unica preoccupazione era non perdere una puntata di Buffy ma, mi sono anche ricordata del motivo per cui il BON BON era intatto. Faceva veramente cagare. 
Mentra affogavo in un misto di profumo e disperazione, un amico mi invia questo:




No ma vi metto il testo:

Lesson n.1: Fashion is a declaration of your own freedom.
Lesson n.2: Between Style and Fashion? …absolutely Fashion. 
Lesson n.3: Fashion is always uncomfortable. If you feel comfortable you never get the look.
Lesson n.4: Fabulous at every age!
Lesson n.5: Wearing night clothes in the daytime is unexpected.
Lesson n.6: Somebody wearing your same outfit? Wonderful. You did the right choice.
Lesson n.7: You must wear outfit once.
Lesson n.8: Wear coat as a dress!
Lesson n.9: It doesn’t matter the size of your body. Fashion flatter everything.
Lesson n.10: Fashion jewels personalize your style.

Mi sono sentita invasa dalla stessa angoscia che mi prende mentre aspetto che venga espulsa la penna USB. 
Ho rabbrividito come quando scopro una DITATA sul correttore Essence appena comprato.
Mi sono sentita disgustata come Stefano Gabbana quando si sveglia credendo di essere in Costa Azzura mentre invece è solo sul suo yacht a Porto Cervo.

No ma dico, non sei la commessa di Artigli. Lei può fare quello che le pare. Tu sei Anna Dello Russo.

KARLA E' DIMAGRITA

Ma quando è successo io dov'ero? Ci vogliamo davvero arrendere alla magrezza? Chi lo dice ai cookies nel forno che ho chiuso con loro? Il prossimo passo quale sarà, mettere l'insalata da McDonald's?! No aspetta, questo è già successo.




SANDALI E CALZINI.


Qualcuno mi spieghi il principio della fisica per cui con il sandalo CI PUO andare il calzino. 




Miuccia, Miuccia. Cosa ti è saltato in mente?!





Nemmeno le Fornarina erano così brutte.
PER NON DIMENTICARE.






Sono noiosa ma io voglio vivere vestita così. 


EBBASTA con le converse borchiate.


HAI VINTO.




Non lo so cosa succederà tra FLAVIA VENTO e TOM CRUISE.



Non lo so se la gente si è accorta che BANDERAS nel Mulino che vorrei non rispetta le norme igieniche. 
Non lo so se i bambini del terzo mondo avrebbero accettato gli spinaci che noi non volevamo mangiare ma una cosa la so, se io avessi avuto queste scarpe da piccola, la mia vita ora sarebbe diversa.



(Grazie Chris per avermi ispirato.)

Vado ad aprire i pacchi di Kinder Brioss per prendere la sorpresa. Ciao.

















3 commenti:

Myriam ha detto...

aaaaaah come sono contenta di rileggerti di tanto in tanto!!
è sempre un piacere!

mode-moi-selle.blogspot.com

Giuseppe Di Somma ha detto...

Grazie per i preziosi consigli <3 <3

Tammy ha detto...

Bel post, le foto sono così belle. Amore amore amore.

Posta un commento